F.8 - Area Beni Palmaria - PORTO VENERE

 

Descrizione area

 


L’isola Palmaria, unica isola abitata della Liguria, si trova di fronte all’antico borgo di Portovenere e forma un piccolo arcipelago che comprende l’isolotto del Tino e il Tinetto. Ad ovest, dopo Portovenere, ha inizio la costa delle Cinque Terre.
L’isola Palmaria è inserita nel Parco Naturale Regionale di Portovenere ed è ricca di peculiarità naturali e paesaggistiche.
Quest’isola è mèta di turismo e spesso frequentata per la balneazione, sia nei bagni della Marina Militare, sia nel campeggio del Pozzale dell’Areonautica Militare, sia nelle spiagge libere a disposizione.
E’ anche attraversata da sentieri escursionistici immersi nella natura.
Su di essa sorgono molti manufatti edilizi che sono di seguito catalogati e descritti.
Gli edifici, di varie dimensioni, fanno parte di un patrimonio di origine militare o a servizio delle strutture fortilizie presenti.
La maggior parte è in disuso, ma in media, in buone condizioni, mentre alcune sono agibili ed in buono stato.

Localizzazione e caratteristiche dell'area

 

Individuazione immobili

 

Analisi edifici

I volumi e le superfici tengono conto di fabbricati parzialmente diruiti.
 























Previsioni urbanistiche

 
CE 14
Destinazione prevalente: EX AGRICOLO CON SERVIZI MILITARI IN USO
Sono ammesse, oltre alla destinazione prevalente, le seguenti destinazioni d’uso:
Residenza, Attrezzature ricettive e pubblici esercizi Attività agricole destinazioni compatibili:

COMUNE DI PORTOVENERE
P.U.C.Piano Urbanistico Comunale - Norme di Attuazione 2di3
igienico sanitario (qualora siano privi di servizi igienici) sino ad un massimo di 8 mq.

Nelle unità edilizie riconosciute con valori testimoniali sono ammessi: manutenzione ordinaria e straordinaria, risanamento conservativo, restauro, consolidamento statico; è altresì ammessa l’installazione di attrezzature ed opere complementari afferenti all’attuale destinazione d’uso.
Nelle unità edilizie dove non sono riconosciuti valori testimoniali sono ammessi: manutenzione ordinaria e straordinaria; demolizione e ricostruzione; ristrutturazione edilizia; cambiamenti della destinazione d’uso previsti dalla disciplina dell’ambito di appartenenza.

Gli interventi si attuano con Concessione Edilizia Diretta

La nuova costruzione di manufatti accessori alle unità edilizie principali è regolata dalle seguenti condizioni: cantine: Non è consentita la realizzazione di nuove cantine.Non è consentita la costruzione di nuovi porticati e logge.Non è consentita la costruzione di autorimesse.

TNI 8

Destinazione prevalente: BOSCATO
Sono ammesse, oltre alla destinazione prevalente, le seguenti destinazioni d’uso: Attività sportive e per il tempo libero non in contrasto con i caratteri ambientali dell’area. Attività agroforestali destinazioni compatibili: Palestra di roccia, attività escursionistiche

COMUNE DI PORTOVENERE P.U.C.Piano Urbanistico Comunale - Norme di Attuazione 2di3

DISCIPLINA EDILIZIA:
E’ vietato ogni tipo di costruzione.
Nelle zone RP del Parco (LR 12/85) gli edifici esistenti potranno essere ampliati per adeguamento igienico sanitario sino ad un massimo di 8mq per alloggio nel rispetto delle caratteristiche tipologiche, formali e strutturali.
Non sono ammessi cambiamenti d’uso nei manufatti esistenti se non per finalità legate alla fruizione delle aree a parco ed alla manutenzione del territorio. Nelle unità edilizie sono ammessi: manutenzione ordinaria e straordinaria, risanamento conservativo, restauro, consolidamento statico.

R 12.3
Destinazione prevalente: Residenziale e Attrezzature Militari in Uso. Sono ammesse, oltre alla destinazione prevalente, le seguenti destinazioni d’uso: Attrezzature ricettive e pubblici esercizi; Servizi ed attrezzature di uso pubblico, per l’istruzione, sanitari e di assistenza, sportivi Residenziale; Approdo nautico. I cambiamenti di destinazione d’uso sono ammessi all’interno delle categorie compatibili.

COMUNE DI PORTOVENERE
P.U.C.Piano Urbanistico Comunale - Norme di Attuazione R12.3 PALMARIA pag 3di5
Gli interventi sulle case del Terrizzo dovranno essere tesi al mantenimento dei caratteri architettonici propri dell’edificato conservandone gli elementi caratterizzanti quali tipologia di gronda, di copertura, paramento murario, rapporto tra pieni e vuoti ecc. Gli interventi dovranno essere sottoposti all’esame della Commissione Edilizia Integrata ai sensi della LR 20/91. Sono vietati: la demolizione od alterazione degli elementi tipologici di valore ambientale, la loro sostituzione con altri incongrui. Negli edifici riconosciuti di valore testimoniale gli interventi dovranno avvenire nel rispetto degli elementi di valore.
Gli interventi relativi al complesso dei “bagni sottoufficiali” e quelli relativi alle case del Terrizzo comportanti cambio di destinazione d’uso per l’impianto di attrezzature ricettive e di servizio si attuano con PUO (Progetto Urbanistico Operativo) di iniziativa privata , pubblica o mista, fatta eccezione per l’Amministrazione Militare. Gli interventi sugli altri edifici si attuano con Concessione Edilizia Convenzionata salva eccezione per l’Amministrazione Militare. Nelle unità edilizie del Terrizzo sono ammessi: manutenzione ordinaria e straordinaria, risanamento conservativo, restauro, consolidamento statico,manutenzione ordinaria e straordinaria; ristrutturazione edilizia; cambiamenti della destinazione d’uso previsti dalla disciplina dell’ambito di appartenenza.
Il progetto PORTI
Investire alla Spezia
Contatti & Link
Comune della Spezia
Assessorato Sviluppo Economico e Politiche Comunitarie
Piazza Europa, 1
19124 La Spezia
Telefono: +39 0187 727 248 / +39 0187 727 401
Fax: +39 0187 727 218
E-mail: politiche.comunitarie@comune.sp.it

Provincia della Spezia
Settore Organizzazione - Bilancio - Coordinamento dei Comuni
Servizio Europa Coordinamento Comuni
Via Veneto, 2 
19124 La Spezia
Telefono: +39 0187 742 383
Fax: +39 0187 742 360
E-mail: politiche.comunitarie@provincia.sp.it

Oppure compila il form sottostante:
 
*

*

*

*

*



Privacy *

* Obbligatori